Italia

10G SFP+ in Rame: Soluzione da SFP+ a RJ45

Updated on lug 28, 2022
10

In generale, le porte 10GBASE-T con connettori RJ-45 sono state adottate dalla maggior parte delle NIC (Network Interface Card) dei server e dalle unità di storage, mentre dall'altra parte del collegamento, gli switch ToR (top-of-rack) sono dotati di SFP+. Quindi, quando espandiamo o aggiorniamo le nostre reti di data center, quale sarebbe il modo più efficiente per realizzare la connessione SFP+ a RJ45? Non c'è dubbio, la risposta è una soluzione SFP in rame 10G.

Che cos'è la soluzione di connettività da SFP+ a RJ45?

La soluzione SFP+ a RJ45 consiste nell'utilizzare un transceiver SFP+ 10G RJ45 come adattatore per la porta SFP+ e nel collegare un cavo Cat6/7 dal lato server/storage al connettore RJ45 del transceiver SFP+. Si tratta di una soluzione molto più economica rispetto alla sostituzione di un nuovo switch da RJ45 a SFP+ e più flessibile e con meno perdite rispetto ai media converter da RJ45 a SFP+

4 fattori da considerare nella scelta della soluzione da SFP+ a RJ45

Sono quattro i punti chiave da considerare: velocità di trasmissione dei dati, categorie di cavi a doppino, latenza e consumo energetico per i data center.

Tassi di dati

Con la continua espansione della rete e gli aggiornamenti nei data center da 100BASE-T a 1000BASE-T, 2,5GBASE-T, 5GBASE-T e 10GBASE-T Ethernet. Lo standard Ethernet 10GBASE-T (IEEE 802.3ae) è oggi lo standard di comunicazione più diffuso nei data center. La soluzione da SFP+ a RJ45 offre la retrocompatibilità auto-negoziata con le reti NBase-T di precedente generazione per una migrazione senza soluzione di continuità a 10GbE.

Categorie di cavi a doppino

I cavi a coppia ritorta sono costituiti da due conduttori di un singolo circuito attorcigliati insieme, che riducono gli effetti delle EMI e delle interferenze reciproche tra le coppie e migliorano la compatibilità elettromagnetica. Oggi i cavi sono schermati con fogli di alluminio per aumentare la protezione contro la diafonia sulle linee vicine. Esistono cavi Ethernet Cat5e, Cat6, Cat6a, Cat7 e Cat8 che possono essere utilizzati nelle soluzioni di rete. Questa soluzione SFP+ in rame da 10 Gb può essere abbinata a cavi Cat6a/Cat7 o migliori per una distanza di trasmissione di 80 metri.

Latenza

Sappiamo tutti che minore è la latenza della rete, migliore è la comunicazione tra i dispositivi collegati. La latenza è quindi fondamentale per le prestazioni della rete. Ad esempio, la latenza della soluzione da SFP+ a RJ45 è generalmente di 2,6ms. L'aumento della latenza è dovuto all'overhead aggiuntivo della codifica di linea in legacy IEEE 802.3an, dove vengono eseguite operazioni matematiche per garantire la correzione degli errori per tutti i pacchetti inviati. 2,6 ms per hop è accettabile mantenendo il numero di hop al minimo.

Consumo energetico

Per i professionisti delle reti di data center, il consumo energetico dei dispositivi attivi è molto importante. Dopo tutto, ogni watt consumato da un dispositivo significa che sono necessari altri due watt per raffreddare il data center. Prendiamo ad esempio la soluzione FS SFP+ in rame: il suo consumo energetico è pari o inferiore a 2,5 W e più lunga è la lunghezza, minore è il consumo energetico dei moduli 10GBase-T.

Soluzione da SFP+ a RJ45: Pro e contro

Pro

 

  • Supporto della retrocompatibilità con l'adozione di connettori RJ45 comuni ed espansione della rete a costi inferiori.

  • Una soluzione più economica rispetto alla sostituzione degli switch 10G SFP+ con switch 10GBASE-T RJ45; una soluzione più stabile rispetto ai media converter 10G SFP+ to RJ45.

  • Supporta diverse velocità di trasmissione dati ed è facile da utilizzare e gestire.

 

Contro

 

  • Consumo di energia più elevato rispetto alle connessioni ottiche (soprattutto quando si utilizzano più unità nello switch).

  • Aumento del calore rispetto alle connessioni ottiche (quando si utilizzano più unità nello switch).

  • Aumento della latenza (soprattutto quando si collegano più punti di salto).

 

Soluzione SFP+ in rame 10G FS

Grazie ai chip Broadcom di alta qualità e al consumo energetico non superiore a 2,3 W, la connettività da SFP+ a RJ45 è una soluzione scalabile, flessibile ed economica. Offre un'eccellente interoperabilità tra le fibre esistenti e gli switch di rete con porte in rame 10G e converte facilmente le porte SFP+ 10G degli switch in porte RJ45. Le soluzioni SFP+ in rame 10G di FS sono elencate nella tabella seguente:

ID Modello Distanza del cavo (massima) Velocità di trasmissione dei dati Consumo energetico Compatibile
66613 SFP-10G-TS 30m@Cat6a/Cat7 o meglio 10Gbps ≤2.3W Cisco
66614 SFP-10G-TS 30m@Cat6a/Cat7 o meglio 10Gbps ≤2.3W Arista
73107 SFP-10G-TS 30m@Cat6a/Cat7 o meglio 10Gbps ≤2.3W Juniper
66616 SFP-10G-TS 30m@Cat6a/Cat7 o meglio 10Gbps ≤2.3W Dell
87588 SFP-10G-T-80 80m@Cat6a/Cat7 o meglio 1/10Gbps ≤1.9W Cisco
87590 SFP-10G-T-80 80m@Cat6a/Cat7 o meglio 1/10Gbps ≤1.9W Arista
87589 SFP-10G-T-80 80m@Cat6a/Cat7 o meglio 1/10Gbps ≤1.9W Juniper
87592 SFP-10G-T-80 80m@Cat6a/Cat7 o meglio 1/10Gbps ≤1.9W Dell

Articolo correlato:

10GBASE-T vs SFP+ vs DAC: quale scegliere per il cablaggio dei data center a 10GbE?

Modulo transceiver da RJ-45 a 10G SFP+: 10GBASE-T SFP+

0

Potresti essere interessato a