Italia

Switch a 32 porte 40G: Con Cumulus Linux o ONIE?

Updated on set 15, 2022
1.3k

Il traffico di dati che scorre all'interno dei data center sta aumentando vertiginosamente a causa dell'emergere di applicazioni affamate di banda come il cloud computing, la virtualizzazione e i Big Data. Hence 40G Switch Ethernet ha preso il controllo Switch 10GbE per evidenziare i colli di bottiglia della larghezza di banda della rete che si trovano ad affrontare i servizi ad alto traffico - sta ora registrando la crescita più rapida, raggiungendo un'ampia adozione nei mercati dei data center. Tra i vari modelli di porte per switch 40G, si ritiene che uno switch 40G a 32 porte sia ottimale per gestire il flusso di dati per ora e per garantire una rete a prova di futuro per domani. Cosa possiamo aspettarci da uno switch 40G a 32 porte? Lo scopriremo analizzando le caratteristiche degli switch 40G.

Gli switch 40G Aumentano con un'Ampia Adozione

Lo switch 40G sta maturando rapidamente: i mercati 10G e 40G hanno raggiunto il punto di pareggio anni fa, poi il secondo diventa più economico grazie alla maggiore larghezza di banda e alla minore complessità del cablaggio. Lo switch 40G rappresenta ora il nuovo segmento in forte crescita e sta diventando la tecnologia preferita nei data center, che si stanno avviando verso una fase di distribuzione generalizzata. Gli esperti prevedono addirittura che la diffusione degli switch 40G continuerà a registrare una crescita significativa negli anni a venire. Nel frattempo, l'industria sta lavorando per ridurre i costi degli switch 40G, al fine di portare il mercato verso un'adozione di massa. Per quanto riguarda i data center, lo switch 40G può essere efficacemente impiegato nei collegamenti di aggregazione e può essere comunemente applicato ai collegamenti di accesso per collegare i server. Per quanto riguarda l'innovativa architettura "spine-leaf", lo switch 40G può agire sia come spine switch che come leaf switch.

32 port 40g switch

FS.COM Presentazione degli Switch 40G a 32 Porte

FS.COM supporta le interfacce 40G QSFP+ su un'ampia linea di prodotti switch, fornendo ai gestori di data center soluzioni ampie e decenti. Tra questi, lo switch N8050-32Q è tipicamente dotato con 32 porte 40G QSFP+ porte in un fattore di forma compatto 1U - ogni porta può essere suddivisa in 4×10G, quindi sono disponibili fino a 128×10G porte. L'N8050-32Q offre una bassa latenza e un'efficienza energetica superiori in un design pulito senza PHY e potenzia funzioni avanzate come MLAG, VxLAN, SFLOW, SNMP, MPLS ecc. Come switch SDN compatibile con il protocollo OpenFlow 1.3.11, questo switch 40G consente di migliorare la programmabilità e l'agilità separando il piano dati dal piano di controllo. Insieme ad alcune funzionalità avanzate come IPv6, VxLAN/NVGRE, VPC, QinQ, sFLOW, lo switch N8050 40G consente di implementare rapidamente un nuovo servizio o di modificarne uno esistente. Le specifiche di questo switch 40G a 32 porte sono elencate di seguito.

40g network switch
Classe Switch Layer 3, Data Center Forwarding Rate 1.9 Bpps
Switch Capability 2.56Tbps Full-duplex Max. 10GbE Density 128
Flash Memory 16M Max. 40GbE Density 32
Latency 480ns CPU Intel Atom C2538 2.4 GHz 4-core
Max Power Draw 310W Switch Chip Broadcom BCM56860 Trident II+

FS.COM N8050-32Q Switch 40G a 32 porte è disponibile in due versioni: una è uno switch spine/core precaricato con ONIE e l'altra è uno switch SDN Layer 2/3 con ICOS. Vediamo come si differenziano esattamente l'uno dall'altro.

Opzione 1: Switch N8050-32Q 40G con Cumulus Linux Precaricato

Cumulus Linux è il sistema operativo di rete Linux. Utilizza le strutture dati del kernel Linux per consentire una perfetta integrazione con le applicazioni Linux esistenti (sia open source che commerciali). In questo modo, Cumulus Linux consente agli utenti di sfruttare gli strumenti di automazione esistenti per le configurazioni automatiche, aumentando la stabilità e il tempo di attività della rete. Inoltre, adotta la metodologia web-scale con automazione di rete, aiutando i clienti a ridurre i costi automatizzando le loro reti. Lo switch N8050-32Q con Cumulus Linux offre funzionalità avanzate come EVPN, NCLU, MLAG, BGP e OSPF, ecc.

Opzione 2: Switch N8050-32Q 40G Precaricato ICOS

ICOS è un sistema operativo di rete (OS) basato su Linux e supportato da Broadcom. Il software ICOS funziona su una varietà di piattaforme ed è ideale per le soluzioni di commutazione Layer 2/3 per i data center. Si tratta di un sistema operativo solido, programmabile e di più ampia diffusione, adatto alle aziende e ai data center, che consente una perfetta integrazione con le reti programmabili aperte di nuova generazione. Inoltre, ICOS supporta una facile configurazione e gestione attraverso strumenti open source basati su server. Offre inoltre CLI e shell di comando linux standard per la gestione della configurazione. Nel frattempo, ICOS offre anche un set di funzionalità avanzate per le aziende e i data center, il tutto in un codice comune con la possibilità di scegliere tra Linux, CLI standard industriale o interfaccia programmatica.

Opzione 3: Switch N8050-32Q 40G Precaricato ONIE

ONIE si riferisce all'Open Network Install Environment per switch di rete bare metal, che fornisce un ambiente per il rilevamento e l'esecuzione di sistemi operativi di rete. ONIE offre agli utenti finali la libertà di scegliere tra diversi sistemi operativi di rete e di installarli come parte del provisioning del data center. Il provisioning automatizzato di OS e hardware su vasta scala è ora possibile. ONIE consente di creare un fiorente ecosistema di alternative hardware e di sistemi operativi di rete. Lo switch N8050-32Q precaricato con ONIE consente ai clienti di applicare il sistema operativo di rete desiderato per il momento e di cambiarlo quando necessario, con il minimo sforzo.

Quale Switch 40G Scegliere?

Le tre varianti di switch 40G sono basate sullo stesso dispositivo hardware di rete e supportano entrambe i requisiti attuali e futuri dei data center, tra cui un piano di controllo basato su x86 per una più facile integrazione degli strumenti di automazione, un installatore ONIE per i sistemi operativi di rete di terze parti e la compatibilità con le Software Defined Network tramite OpenFlow 1.3.11. Supportano inoltre la funzione VXLAN avanzata basata su hardware per supportare oltre 16 milioni di reti virtuali.

La differenza principale sta nella scelta del software. L'opzione 1 e l'opzione 2 sono state installate con software open source. Gli utenti possono ricevere assistenza tecnica da FS e dai fornitori di software. Tuttavia, Cumulus Linux utilizza strumenti di automazione come Ansible per gestire l'infrastruttura di rete e le configurazioni. Questo può ridurre notevolmente gli OPEX e aumentare l'efficienza operativa. Mentre ICOS è un sistema operativo di rete orientato alla CLI con l'intero set di funzionalità di livello 2 e 3 del piano dati Broadcom. L'opzione 3 con il programma di installazione ONIE crea un ambiente di installazione flessibile, in modo che gli utenti possano scegliere un sistema operativo di rete di terze parti in base alle proprie preferenze. Ciò consente di evitare il lock-in dei fornitori e di migliorare l'agilità della rete. Quindi, se si dispone già di un sistema operativo di rete, è sufficiente acquistare lo switch 40G con ONIE come switch bare metal e installare il sistema operativo desiderato. Oppure, se la programmabilità è fondamentale per la crescita della vostra azienda e il metodo di gestione tradizionale non è più adeguato per scalare al ritmo richiesto, lo switch 40G con Cumulus Linux o ICOS potrebbe essere la soluzione migliore.

FAQs Informazioni sullo Switch FS.COM 32 Porte 40G

Ecco alcune domande frequenti sullo switch N8050-32Q 40G. Le spieghiamo per aiutarvi a comprendere meglio le sue caratteristiche e funzioni.

1. Questo switch supporta SDN e OpenFlow versione 1.3?

Sì. Lo switch N8050-32Q 40G supporta i requisiti attuali e futuri dei data center, compreso un piano di controllo basato su x86 per una più facile integrazione degli strumenti di automazione. Si tratta di uno switch SDN basato sul protocollo SDN OpenFlow 1.3.11. È fondamentale per il futuro delle reti abilitate a OpenFlow. Le funzionalità abilitate nella versione 1.3.11 sono molto importanti per le reti dei data center e dei campus: IPv6, Quality of Service (QoS) e supporto per il tunneling Q-in-Q dei service provider. Ad eccezione di questo, tutti i nostri switch della serie N sono compatibili con OpenFlow 1.3.11.

2. Gli switch supportano qualsiasi sistema operativo di rete?

L'opzione 3 (#107079) con ONIE supporta l'installazione di software di sistema operativo di rete compatibili, tra cui Cumulus, ICOS, IP Infusion e altri. L'opzione 1 e l'opzione 2 hanno installato il sistema operativo. Ma se si vuole installare un altro sistema operativo di rete, è necessario rimuovere il software precaricato, il che è irrevocabile una volta fatto.

Conclusione

La continua richiesta di larghezza di banda spinge i limiti della rete verso velocità più elevate, scalabilità massiccia e maggiore scalabilità. Lo switch 40G risolve le sfide relative all'esaurimento della rete e sta vedendo un'ampia diffusione nei data center e nelle reti aziendali. Il mercato degli switch 40G sta maturando rapidamente e si prevede che si intensificherà nei prossimi anni. Se siete ancora indecisi se fare il passo allo switch 40G, contattate FS attraverso sales@fs.com per le soluzioni.

Nota: gli switch FS serie N non offriranno più il sistema ICOS dal 5 giugno 2020.

Aggiornato il 9 settembre 2020

0

Potresti essere interessato a