Cancella
https://media.fs.com/images/community/uploads/post/202009/16/24-5-ways-to-extend-your-wireless-network-9.jpg

5 modi per estendere la tua rete wireless

28 gennaio 2021

È incredibilmente frustrante, ma estremamente comune incontrare problemi di connessione wireless a casa, in ufficio o in fabbrica, come ad esempio provare una connessione Wi-Fi scadente durante le videoconferenze VoIP. Ci sono molte ragioni per cui la connessione wireless è scadente. Date un'occhiata a questo articolo e vedete i fattori che determinano una scarsa connessione alla rete wireless e le soluzioni per estendere il segnale e la portata della vostra rete wireless per un'esperienza migliore.

Perché avete un segnale wireless debole?

Che sia per gli utenti da casa o dall'ufficio, un debole segnale wireless è sempre fastidioso. Prima di passare ai metodi di estensione della rete wireless, scoprite i motivi per cui i segnali wireless diventano più deboli, così da poter agire in modo appropriato alla situazione.

Distanza e ostacoli

La distanza e le pareti interne sono i fattori chiave che possono portare a segnali wireless lenti. Come regola generale, per un router wireless tradizionale per uso domestico che funziona a 2,4GHz, il segnale ha la portata massima di 150 piedi (46 metri) in ambienti interni quando non ci sono interferenze. Ogni volta che un segnale incontra ostacoli o passa attraverso le pareti interne o i telai metallici, diventa più debole, soprattutto quando attraversa pareti più spesse, il segnale può essere più degradato rispetto agli altri dispositivi finali situati a pari distanza dal router.

Sovraccarico

I fornitori di router o di punti di accesso segnalano sempre la capacità massima dei dispositivi che possono essere collegati in una sola volta. Tuttavia, durante l'uso pratico, la capacità sarà limitata da fattori pratici e non potrà raggiungere la capacità massima come viene pubblicizzato. Quando i dispositivi finali o gli utenti accedono a un singolo router o punto di accesso wireless in una determinata area geografica, condivideranno la stessa rete wireless e la stessa connessione a Internet, che è uno dei fattori principali per rallentare notevolmente la velocità della rete wireless.

Man mano che un numero sempre maggiore di dispositivi si connette alla rete wireless, è possibile che diminuisca la larghezza di banda disponibile degli altri dispositivi. Soprattutto nelle reti dei campus aziendali, dove ci sono diversi dispositivi finali che supportano diversi usi, sono necessari punti di accesso che supportino un numero maggiore di dispositivi.

Interferenze dei dispositivi

L'interferenza del dispositivo abbassa il rapporto segnale/rumore e, a sua volta, abbassa la velocità di trasmissione dati. I dispositivi che causano interferenze RF possono essere dispositivi wireless, telefoni cordless, microonde e altri. 2.4GHz è la banda standard in cui gira la maggior parte dei router e dei punti di accesso wireless. In questo caso, ci sono solo tre canali che non sono sovrapposti. Inoltre, i telefoni cordless e i forni a microonde più comuni utilizzano i 2,4GHz, che possono influire sulla banda a 2,4GHz utilizzata dal Wi-Fi, rallentando efficacemente il collegamento e portando a una riduzione della potenza del segnale.

Come estendere la rete wireless?

Soluzione 1: posizionare i router o gli AP nel punto giusto

Non importa se per uso domestico o d'ufficio, la cosa fondamentale è mantenere la portata che i router o gli AP possono gestire il più ampio possibile. Assicuratevi di aver posizionato i router o gli AP al centro dei dispositivi e che ci siano pochi muri o altri ostacoli possibili.

Soluzione 2: Impostare gli estensori e i ripetitori Wi-Fi

Se avete posizionato il router o l'AP wireless in posizione centralizzata ma ci sono ancora angoli fuori portata, l'estensore o il ripetitore Wi-Fi è un modo semplice ed economico per estendere la portata della rete wireless aggiungendo hardware supplementari senza dover far passare cavi. Anche se sono denominati in modo diverso, la loro funzione è quasi la stessa: ricevere un segnale wireless esistente, ripeterlo e inoltrarlo alle zone morte del luogo.

Il vantaggio di questi dispositivi è che sono economici e accessibili come cose comuni che si possono trovare nei negozi al dettaglio. Basta posizionarli ai margini dell'area di copertura per poter ricevere il segnale dall' AP e ripeterlo verso i dispositivi esterni. Tuttavia, va notato che questi estensori Wi-Fi in realtà estendono solo la portata della rete wireless, invece dei segnali WiFi. Pertanto, non esistono estensori di tipo business-grade perché supportano solo un numero limitato di dispositivi alla volta e il segnale Wi-Fi può diventare più debole quando i dispositivi sono collegati contemporaneamente. Inoltre, anche i vecchi router possono essere configurati in un extender se il router può utilizzare firmware open-source.

Soluzione 3: Aggiornamento dei dispositivi wireless

Tutti si saranno chiesti se a un certo punto sia il caso di cambiare il vecchio router o di aggiungere un nuovo punto di accesso. Di anno in anno, ci sono tonnellate di nuovi punti di accesso o router con la nuova tecnologia wireless.

Passiamo ora alla tecnologia Wi-Fi 6 che offre una velocità del 30% più veloce rispetto al Wi-Fi 5. Nel frattempo, la tecnologia dual-band diventa gradualmente comune per i router o gli AP perché può trasmettere segnali a 2,4GHz e 5GHz insieme, supportando una maggiore gamma di dispositivi e un segnale più elevato separando il traffico di rete tra dispositivi con larghezza di banda diversa. Quando la congestione della rete appare a 2,4GHz, gli AP Wi-Fi dual-band consentono di commutare senza soluzione di continuità gli utenti finali a 2,4GHz su 5GHz, riducendo il carico di traffico di rete ed estendendo i segnali di rete wireless. Se avete tenuto i vecchi dispositivi wireless per quasi quattro o cinque anni e avete urgenza di aggiornare la rete, allora questi dispositivi Wi-Fi 6 si adattano a voi. Ricordatevi di prendere in considerazione la capacità e di distribuire una quantità accurata di AP perché il sovraccarico all'interno della capacità è spesso il caso in una rete ad alta densità di campus aziendale.

Soluzione 4: Configurare un sistema di distribuzione wireless (WDS)

Il sistema di distribuzione wireless (WDS) è un sistema in grado di espandere le reti wireless utilizzando AP senza cavi. Si è in grado di collegare due punti di accesso per comporre l'area che i segnali wireless non possono coprire a casa o in ufficio. In un WDS, un punto di accesso può fungere da stazione base wireless che si collega a Internet e si collega ai clienti senza fili o con cavi metallici. Un altro punto di accesso riceve il segnale wireless dalla stazione base wireless e invia segnali agli altri clienti, dove il primo punto di accesso non è accessibile a causa della bassa portata.

Soluzione 5: creare una rete a maglie wireless

Una rete a maglie wireless è spesso vista come la versione di aggiornamento del WDS, mentre ci sono ancora molte differenze tra di loro. In un sistema di rete mesh, ci sono decine o centinaia di router o AP sparsi e agiscono come nodi individuali. I principali vantaggi delle reti mesh wireless sono la copertura flessibile e le caratteristiche di auto-guarigione. Quando un punto scende, abilita le comunicazioni instradate attraverso un altro punto. Tutti i nodi comunicano tra loro per estendere i segnali wireless ed estendere la copertura Wi-Fi.

Le reti a maglie sono più dinamiche delle reti WDS. A differenza di un sistema WDS in cui un AP è connesso solo ad un altro AP in modalità wireless, i nodi mesh supportano più hop wireless prima di connettersi ad un nodo cablato nella rete. Ma si noti che quando un nodo mesh raggiunge un altro nodo, il throughput può essere tagliato a metà. Per evitare questi casi, è possibile aggiungere altri nodi alla dorsale della rete e posizionare gli AP dei nodi in punti ottimali.

762

Potrebbe anche interessarti