Italia

Come Scegliere uno Switch Adatto alle Piccole Imprese?

Updated on ago 1, 2022
7

L'acquisto di uno switch per una rete domestica è di solito una semplice questione di acquisto di quello più economico e di una marca conosciuta, mentre la scelta di uno switch per una rete aziendale, indipendentemente dalle dimensioni e dalle funzioni richieste, è una decisione più complicata. Qual è il miglior switch di rete per le piccole imprese? Questa guida illustra l'importanza di scegliere gli switch adatti alle piccole imprese e i fattori chiave per la scelta dello switch migliore.

 

Perché le piccole imprese hanno bisogno di uno switch adatto?

Uno switch di rete è un componente fondamentale per ogni PMI che costruisce la propria rete aziendale. Consente alle PMI di comunicare e condividere informazioni su una rete locale (LAN), collegando persone e dispositivi in una zona geografica locale come un ufficio, un reparto o un edificio, supportando la collaborazione e l'accesso a informazioni aziendali vitali.

Dopo la pandemia COVID-19, per la maggior parte delle piccole e medie imprese le reti di investimento sono diventate sempre più importanti. Se volete davvero differenziare la vostra azienda migliorando la produttività del personale e consentendo una migliore collaborazione all'interno dell'organizzazione e con i vostri partner commerciali, dovete prendere seriamente in considerazione l'acquisto dello switch di rete che meglio soddisfa le vostre esigenze attuali e si prepara alla crescita futura.

Aspettative per uno switch adatto alle piccole imprese

Sebbene le piccole imprese possano essere classificate in diversi settori e abbiano esigenze uniche in base al loro lavoro, in genere ci si aspetta che uno switch adeguato soddisfi queste esigenze per un'azienda in crescita:

  • Grazie all'elevata velocità di rete, che si tratti di applicazioni dati, voce o video, è possibile evitare che la rete si blocchi durante il lavoro.

  • Garantite un'ottima qualità vocale nelle chiamate di lavoro, un aspetto importante per le piccole aziende.

  • Convenienti senza ridurre la qualità, se le piccole imprese devono fare i conti con budget ridotti.

  • Facile da configurare e utilizzare, consente di risparmiare tempo e costi dei professionisti.

Considerazioni sulla scelta degli switch di rete per le piccole imprese

La scelta di uno switch di rete che soddisfi le esigenze delle piccole imprese richiede una considerazione completa delle specifiche e delle funzioni dello switch di rete.

Velocità di rete

Lo sviluppo dello switch è passato attraverso 100M e Gigabit. Con l'aumento dei requisiti di trasmissione dati della maggior parte degli utenti, sono stati introdotti gli switch a 10 Gigabit.

In termini di velocità di trasmissione, 10 Gigabit è senza dubbio il più veloce, ma il consumo energetico dello switch 10 Gigabit è molto più elevato rispetto agli altri due. In genere, attività come lo streaming continuo e le riunioni richiedono 250 M, l'hosting di server, l'hosting di più server, un gran numero di backup online e l'elaborazione continua basata su cloud richiedono 500 M, ma se si desidera realizzare tutte queste attività senza interruzioni, è necessaria una velocità di 1.000 Mbps. Se consideriamo sia la velocità che il costo, la scelta migliore è 1 Gbps. L'uso di switch Gigabit è pienamente in grado di gestire l'accesso a Internet per le piccole imprese, compresa un'ampia gamma di applicazioni multimediali, la trasmissione frequente di trasferimenti di file di grandi dimensioni e altre operazioni.

Numero di porte

In generale, maggiore è il numero di porte, minore è il costo di una singola porta, ma non significa che più sono, meglio è. Le scelte più popolari per le reti domestiche includono spesso hub di dimensioni medio-piccole, come gli switch di rete a 4 porte, 5 porte o 8 porte. Nel frattempo, le reti aziendali o di server più complesse possono richiedere hardware molto più potente. Il numero di persone nell'azienda determina il numero di porte dello switch utilizzato. 

Se il numero di utenti è compreso tra 3 e 14 e il numero di dipendenti non cambia per molto tempo, si può scegliere uno switch di rete a 24 porte. Se è necessaria una certa ridondanza, si può scegliere uno switch a 48 porte.

Tipi di porti

Esistono due diverse porte fisiche: porte ottiche e porte elettriche. Le porte ottiche si dividono in SFP, SFP+, SFP28, QSFP+, QSFP28, ecc. La porta elettrica è anche l'interfaccia del cavo di rete (RJ45), collegata al cavo di rete. Prendendo come esempio la nostra precedente raccomandazione sullo switch 1G, i tipi di porta più comuni dello switch 1G sono questi due: Porta RJ45 e porta in fibra SFP.

Le prestazioni della connessione RJ45 e della connessione SFP sono sostanzialmente le stesse, ma il costo di cablaggio della porta SFP è più elevato. Ciononostante, la porta SFP è ancora indispensabile in quanto può supportare sia moduli ottici SFP con porte elettriche che con porte ottiche. Inoltre, la distanza di trasmissione è ovviamente maggiore rispetto alla porta RJ45 quando si utilizza un transceiver ottico con porta SFP. Nel frattempo, la connessione SFP tra due switch offre prestazioni migliori nelle applicazioni pratiche, con un'elevata flessibilità e scalabilità.

Commutazione pronta per la voce

Scegliendo uno switch predisposto per la voce con politiche QoS, funzione Auto-VoIP e Auto-Voice VLAN, come FS Serie S2800S, la vostra azienda può gestire il traffico vocale su una LAN. È possibile sostituire i tradizionali servizi PBX o di telecomunicazione con sistemi telefonici IP e telefoni IP avanzati che interagiscono con la rete telefonica pubblica commutata (PSTN) o con il protocollo VoIP (Voice over Internet Protocol). Utilizzando uno switch voice-ready, è possibile ridurre i costi delle chiamate a pagamento e dei servizi di conferenza, unificare la casella vocale e i messaggi e-mail e installare telefoni in sedi diverse utilizzando lo stesso interno. Inoltre, consente di aumentare la produttività degli utenti e del personale e di migliorare il servizio clienti.

Tipo di gestione

Uno switch completamente gestito offre la possibilità di configurare, monitorare e gestire manualmente i dispositivi della rete; molte grandi aziende con elevati requisiti di configurazione della rete scelgono solitamente questa soluzione.

Uno switch non gestito Spesso viene definito "plug-e-play" e, anche se sembra comodo, significa che non è possibile configurare uno switch di rete non gestito perché non ha un "cervello".

Fully managed vs unmanaged switch

 

Figura 1: Switch completamente gestiti e non gestiti

E c'è anche il switch gestito intelligente che rappresenta una via di mezzo tra gli switch totalmente non gestiti e quelli gestiti. Gli switch gestiti intelligenti offrono alcune funzionalità di gestione necessarie per impostare alcune caratteristiche importanti e di base, come VLAN, controllo della velocità/duplex, ecc., SNMP, ecc. Per le PMI, il prezzo di questo sistema è molto più conveniente rispetto a quello di un sistema completamente gestito e il metodo di gestione basato sul WEB rende relativamente semplice la configurazione e la manutenzione delle apparecchiature.

Smart managed switch

Figura 2: Switch gestito intelligente

 

Fattore di forma

La scelta del tipo di switch dipende dal layout dell'ambiente di lavoro; se si desidera un funzionamento flessibile e silenzioso, gli switch desktop e fanless sono ottime scelte; quelli desktop possono essere posizionati sulla scrivania o sul tavolo dell'ufficio, mentre il design fanless offre un ambiente di lavoro silenzioso; gli switch con questi due design sono ideali per le sale conferenze e gli uffici più piccoli. Gli switch con montaggio a rack sono progettati per essere collocati in un armadio di cablaggio o in un'altra stanza chiusa e fisicamente sicura o in un data center che di solito ospita altri dispositivi di rete, come server e apparecchiature telefoniche.

S2800s-8T2F-P

Figura 3: S2800s-8T2F-P

Sintesi

Come si può notare, le piccole imprese continuano ad adattarsi e a crescere e la rete dell'ufficio deve crescere per stare al passo. A tal fine, è necessario considerare attentamente i fattori di cui sopra e analizzare con attenzione la distribuzione attuale e le esigenze future per determinare lo switch giusto per la rete SMB.

0

Potresti essere interessato a