Italia

Uno Switch Open con Cumulus Linux Equivale a Uno Switch Proprietario?

Updated on set 9, 2022
2.2k

Nota: FS ha interrotto il sistema Cumulus Linux per gli switch N-series. Secondo la nostra politica, i clienti continueranno a ricevere il supporto del team di assistenza tecnica FS e la garanzia valida fornita sarà mantenuta sul prodotto. Per i clienti interessati agli switch FS serie N, è possibile scegliere tra bare metal o quelli FSOS.

Come forse saprai, la rete open è un argomento caldo di questi tempi. Essa è resa possibile da diverse parti come un software open source, un hardware di computazione open, etc. All'interno di questo trend, un altro tema correlato, quello degli switch open, ha a sua volta attirato molta attenzione. Cosa è dunque uno switch open? In cosa differisce da uno switch proprietary tradizionale? In questo post ci concentreremo sul confronto tra uno switch proprietary (switch Cisco, Juniper e HPE, etc.) e uno switch precaricato con il software open source Cumulus Linux.

Per cominciare, è necessario sapere cosa siano esattamente gli switch open (per esempio con Cumulus Linux OS) e gli switch proprietary prima di confrontare questi due tipi di switch di rete. Le due seguenti parti servono da introduzione a questo argomento.

Cosa è uno switch open? Cosa indica uno switch open precaricato con Cumulus Linux?

Normalmente uno switch open è considerato come uno switch di rete i cui hardware e software sono forniti da entità separate e che possono essere cambiati indipendentemente senza arrecare cambiamenti l'uno all'altro. L'hardware di uno switch open è progettato per adattarsi a differenti tipologie di sistemi operativi di rete (NOS, indicante qui un software open source) e vice versa.

Uno switch ha generalmente un bootloader - Open Network Installation Enviroment (ONIE) -preinstallato, offrendo un ambiente per installare qualsiasi switch NOS o bare metal. ONIE permette agli utenti finali di installare automaticamente un NOS come parte della configurazione di un data center. È un progetto open sorce Open Compute Project (OCP) creato da Cumulus Networks.

Cosa indica dunque uno switch open precaricato con Cumulus Linux? Vi è qualcosa di speciale riguardo a Cumulus Linux? In verità, Cumulus Linux è un NOS open source utilizzato in uno switch open per offrire migliore gestione di rete, un argomento che verrà introdotto successivamente più in dettaglio.

Cumulus Linux

Cosa è uno switch proprietary?

Uno switch proprietary, anche noto come switch closed, è ideato, progettato, sviluppato e venduto da una specifica compagnia e non può essere alterato o modificato dagli utenti.

Uno switch proprietary normalmente ha i propri hardware e NOS progettati autonomamente. I clienti scelgono gli switch proprietary per una serie di ragioni, principalmente per uno specifico hardware che non può essere offerto da altri venditori per risolvere un certo problema di business. Delle volte scelgono uno switch proprietary da una compagnia solo in virtù della reputazione guadagnata in un mercato così competitivo.

Con l'introduzione generale sull'open switch precaricato con Cumulus Linux e sullo switch proprietario di cui sopra, è più facile per noi capire la differenza tra i due. Quindi, confrontiamo l'open switch FS N5850-48S6Q (un Switch da 40 GB con Cumulus Linux) e switch proprietari come quelli di Cisco, Juniper e HPE, per avere una comprensione più approfondita.

Switch open con Cumulus Linux OS vs switch proprietary

Come menzionato sopra, uno switch open può offrire migliore gestione della rete in termini di flessibilità, automazione e customizzazione, come avviene con N5850-48S6Q FS precaricato con Cumulus Linux. Confrontiamo ora uno switch open con Cumulus Linux OS e uno switch proprietary in base a tre aspetti principali.

FS N5850-48S6Q with Cumulus Linux

Funzioni principali

Potresti già conoscere le funzioni di uno switch tradizionale (o switch proprietary), perciò ci concentreremo qui sullo switch open N5850-48S6Q FS. Esso ha le seguenti funzioni principali:

Automazione: Risparmia forza lavoro utilizzando strumenti d'automazione come Ansible, Pupper, etc. Inoltre, semplifica l'utilizzo e trae vantaggio anche dalla risoluzione problemi.
EVPN: Ethernet virtual private network, una moderna tecnologia interoperabile, aiuta a eliminare le complessità del layer 2 permettendo alle applicazioni layer 2 legacy di funzionare sulle reti layer di nuova generazione.
Supporto feature layer 3: Supporta routing Ipv4/IPv6, VRF, leaking router VRF, etc.
Supporto feature layer 2: Supporta MLAG, STP, RSTP, snooping IGMPv2 e IGMPv3, ridondanza di router virtuale, etc.
Virtualizzazione di rete: supporta Virtual Extensible LAN (VXLAN), aiutando ad affrontare i problemi di scalabilità associati con grandi utilizzi di cloud computing.
Gestione potente: Supporta Network Command Line Utility (NCLU), rendendo più semplice la configurazione di sistemi operativi operanti con ifupdown2 (un nuovo manager di interfaccia di rete) e Quagga, come Cumulus Linux. Per maggiori dettagli riguardo a NCLU, ti consigliamo quest o articolo.
Monitoraggio e risoluzione problemi: Supporta controllo del buffer su pattern di traffico e pianificazione della capacità preventiva, monitoraggio tradizionale con SNMPv2 e MIB specifiche alla rete così come monitoraggio dell'hardware. Possiede inoltre funzioni di risoluzione problemi avanzate per gestire meglio il tuo switch.

È ovvio che uno switch open possegga quasi tutte le funzioni supportate da uno switch proprietary (Cisco, Juniper, HPE, etc.) Poiché, inoltre, Cumulus Linux è basato su il sistema operativo Debian Linux, porta le feature complete di Linux. Perciò, uno switch Cumulus Linux ha una migliore esperienza in risparmio di forza lavoro risparmiando tramite orchestrazione standard e strumenti di provisioning.

Ambiente operativo

Oltre alle funzioni, anche l'ambiente operativo è degno di essere menzionato. In confronto con l'ambiente operativo di uno switch open precaricato con Cumulus Linux, uno switch proprietary è più chiuso. Per esempio, gli switch Cisco, Juniper o HPE sono tutti sviluppati sulla base di Linux OS che è compatibile con i loro switch. Questo sistema operativo è sconveniente se il cliente desidera aggiornare una funzione. In queste situazioni, i venditori non possono fare altro che aspettare per valutare se una funzione valga la pena di essere aggiornata o meno, quello che accade solitamente.

Al contrario, in uno switch open con Cumulus Linux OS, se il cliente desidera aggiornare una feature, fintanto che la comunità sviluppatrice ha una nuova versione corrispondente, il cliente potrà aggiornarla per conto proprio, una situazione più flessibile di quella di uno switch proprietary. In aggiunta, poiché Cumulus Linux è un software open source, il suo codice sorgente è pubblico, il che significa che chiunque (l'utente del sistema o ingegneri interni o esterni) possono contribuire a modificare e aggiornare Cumulus Linux OS, permettendo un ambiente autenticamente open.

Costi operativi

Anche il costo potenziale per le operazioni future è normalmente molto importante.

Per gli switch proprietary si è obbligati ad accettare il software associato e il supporto fornito dai venditori degli switch. Per esempio, se si compra un EX o MX Juniper, bisognerà acquistare JUNOS. Se si compra uno switch Catalyst Cisco, sarà necessario acquistare IOS. Se si hanno problemi con lo switch che sia per l'hardware o il software, sarà necessario rivolgersi a quel preciso venditore per risolverli, causando enormi costi di manutenzione.

In uno switch open con Cumulus Linux è più semplice eseguire la risoluzione problemi e si può cambiare lo switch bare metal come si preferisce giacché Cumulus Linux è compatibile con oltre 70 piattaforme hardware, rendendo la gestione futura più flessibile, facilitando ovviamente il risparmio di denaro.

Open Switch With Cumulus Linux OS vs Proprietary Switch

Conclusione

Nel complesso è ovvio che gli switch open sono l'opposto degli switch proprietary i cui hardware e software sono sempre acquistati assieme. Uno switch open con Cumulus Linux è pieno di scelte, fornendo agli utenti di rete più opzioni in termini di gestione, ambiente operativo e budget.

7

Potresti essere interessato a