Italia

Stacking switch: Fondamenti, configurazione e FAQ

Aggiornato il 22 Mag 2023 by
7.2k

Cosa è lo stacking switch?

Lo stacking degli switch è un'importante tecnologia per collegare tra loro più switch. Gli switch di rete possono essere collegati tramite cavi di stacking e funzionare come un'unica unità logica; è possibile inoltre aggiungere altre porte switch, aumentando così notevolmente la capacità di una rete. Solo gli switch stackable, come gli switch gigabit FS della serie S3900 e S3910, supportano lo switch stacking.

Switch Stacking

Lo stacking switch può migliorare l'affidabilità e la flessibilità della rete, aumentare la larghezza di banda e semplificare il networking. Lo stacking evita agli utenti di gestire più dispositivi contemporaneamente, soprattutto nei data center o nelle sale IT di medie dimensioni. Gli utenti possono aggiungere o rimuovere gli switch nell'unità di stack a seconda delle necessità senza influire sulle prestazioni dell'intera rete. Inoltre, se un collegamento si guasta nello stack, gli altri switch stacked continueranno a funzionare, rendendo lo switch stacking una soluzione scalabile e flessibile per molte applicazioni di rete.

Come funziona lo stacking switch?

Gli switch in uno stack sono impilati insieme tramite cavi DAC, transceiver ottici o cavi di stacking specializzati. In questo stack switch, ci sono due ruoli principali: stack master e stack slave. Lo stack master è lo switch principale che gestisce gli altri membri dello stack e memorizza i file di configurazione in esecuzione per l'intero stack di switch. In genere, ad eccezione dello stack master, gli altri switch di uno stack sono chiamati stack slave.

Gli utenti possono accedere al sistema stack attraverso lo switch master ed eseguire la configurazione e la gestione unificata su tutti gli switch membri del sistema stack. Se lo switch master si guasta, il sistema stack viene commutato per un periodo di tempo e viene selezionato un nuovo switch master tra gli switch slave.

Il numero di switch in uno stack varia da modello a modello. Ad esempio, gli switch FS serie S3900 supportano fino a sei switch impilati insieme. Tuttavia, indipendentemente dal numero di switch raggruppati in uno stack, c'è sempre uno stack master che viene assegnato per controllare il funzionamento dello stack switch. Dopo aver abilitato lo stack, gli utenti possono gestire e mantenere lo stack di switch lavorando sul master.

Topologie di stack tipiche

Esistono due topologie di connessione tipiche dello stack: la topologia a catena e la topologia ad anello. Entrambe presentano vantaggi e svantaggi.

In una topologia a catena, il primo e l'ultimo membro dello stack non devono essere collegati fisicamente, rendendola adatta per lo stacking su distanze relativamente lunghe. Tuttavia, se un collegamento dello stack si guasta, lo stack si divide.

Nella topologia ad anello, quando uno dei collegamenti dello stack si guasta, la topologia ad anello diventa una topologia a catena, non influendo sul normale funzionamento del sistema di stack. Pertanto, la topologia ad anello offre una maggiore affidabilità rispetto alla topologia a catena.

Tuttavia, il primo e l'ultimo switch membro della topologia ad anello devono essere collegati fisicamente. Pertanto, la topologia ad anello non è adatta per la trasmissione a lunga distanza quando si esegue stacking con cavi DAC o altri cavi di stacking a corto raggio. Lo stacking degli switch FS serie S3900 introdotti sopra è un esempio tipico di topologia ad anello.

Come configurare lo stacking switch?

In generale, per la configurazione dello stacking switch, è necessario eseguire le seguenti operazioni:

1. Collegare fisicamente gli switch utilizzando DAC/AOC o una combinazione di moduli transceiver ottici e cavi patch in fibra durante un'interruzione di corrente. Si noti che il numero di switch stackable in uno stack non deve superare il numero predefinito.

2. Accendere l'alimentazione e configurare l'ID membro dello stack, il valore di priorità e così via sul PC, uno alla volta, fino a configurare tutti gli switch.

3. Dopo la configurazione dello stack, osservare gli indicatori e salvare la configurazione, quindi riavviare tutti gli switch dello stack. Il ruolo di ciascun membro dello stack verrà assegnato dopo il riavvio.

4. Dopo il riavvio, lo switch master sarà l'unico switch con il privilegio di eseguire la configurazione. Controllare le informazioni sull'interfaccia. Lo switch master mostrerà tutte le interfacce.

Domande sullo stacking switch

Ecco alcune domande frequenti sullo switch stacking e su altre tecnologie simili che vi aiuteranno ad avere una comprensione più completa.

1. Switch stack vs chassis

Sia lo stacking switch che il chassis offrono i vantaggi di più porte Ethernet combinati con la comodità di gestire un unico dispositivo. Tuttavia, ciascuno di essi presenta pro e contro che devono essere tenuti in considerazione.

Uno switch chassis è uno switch di rete che contiene un certo numero di slot fissi, in cui possono essere inserite varie schede di linea. A differenza di uno stack, formato da diversi switch impilabili collegati tramite cavi di impilamento, uno switch chassis non richiede il collegamento di switch perché al suo interno sono presenti moduli fissi. Rispetto agli switch a telaio, gli switch stackable richiedono meno costi iniziali e soddisfano meglio le esigenze degli utenti per diversi scenari, come la trasmissione cross-area e a lunga distanza.

2. Stacking switch vs MLAG

Il MLAG e lo stacking vengono spesso accostati perché sono entrambi soluzioni scalabili in grado di fornire ridondanza dei collegamenti, ridurre la complessità della rete e migliorarne le prestazioni. Tuttavia, esistono anche alcune differenze.

MLAG si riferisce a un gruppo di aggregazione di link multi-chassis, generalmente utilizzato nel livello di accesso dei data center. La configurazione e la gestione di MLAG sono più difficili rispetto allo switch stacking, ma il ritorno sull'investimento di MLAG è maggiore. Lo switch stacking, invece, viene utilizzato soprattutto nel livello di accesso aziendale e offre prestazioni migliori grazie alla semplicità di gestione e ai bassi costi di funzionamento e manutenzione.

3. Stacking, cascading switch e clustering

Lo stacking, il cascading e il clustering degli switch presentano somiglianze e differenze sotto vari aspetti. Le differenze sono elencate di seguito.

  • Lo stacking e il clustering sono funzioni degli switch di rete, mentre il collegamento cascading è un modo generale di collegare gli switch.

  • È possibile impilare gli switch stackable dello stesso modello di un solo fornitore. Tuttavia, in termini di cascading, è possibile collegare fornitori diversi, mentre un cluster deve essere composto da switch dello stesso fornitore.

  • Lo stacking ha sempre una limitazione sul numero di switch in un gruppo di stack. Le quantità esatte variano da serie a serie. In teoria, non ci sono limiti al numero di switch collegati in cascata, ma il collegamento in cascata di un numero eccessivo di switch può causare una tempesta di broadcast, ripercuotendosi sulle prestazioni dell'intera rete.

  • La distanza degli switch impilati tra loro attraverso lo stacking fisico è limitata dalla lunghezza del cavo speciale di stacking, ma lo stacking virtuale degli switch e il collegamento cascading offrono una maggiore flessibilità. Il clustering degli switch può trovarsi nella stessa posizione o a livelli diversi.

  • La gestione delle tre tecnologie di connettività degli switch è diversa. Lo stacking di switch è più facile da gestire perché tutti gli switch stackable di un gruppo possono essere configurati sullo switch master, mentre gli switch cascading sono configurati individualmente, con file di configurazione separati e individuali per i membri del cluster.

4. Stacking, uplink e trunking

Uplink significa che la porta uplink di uno switch è collegata a un altro switch. Sebbene fornisca un aumento della larghezza di banda estremamente limitato, gli uplink degli switch consentono di collegare switch di famiglie di prodotti diverse o addirittura di fornitori diversi, offrendo una grande flessibilità.

Il trunking, invece, è una connessione tra due switch di livello 2. È perfetto per il passaggio di informazioni VLAN tra gli switch. È perfetto per il passaggio di informazioni VLAN tra gli switch. Il trunking viene spesso utilizzato per formare una rete interconnessa che comprende LAN, VLAN e WAN, consentendo ai pacchetti incapsulati per più VLAN di attraversare esattamente la stessa porta e mantenendo la separazione del traffico tra di esse.

A causa della somiglianza di funzioni tra stacking, trunking e uplink, vi è spesso abbastanza confusione in merito.

 Si veda anche: Stacking switch, trunking e uplink: Quale scegliere per collegare gli switch?

Potresti essere interessato a

Conoscenza
See profile for Sheldon.
Sheldon
Cosa è la porta SFP di uno switch Gigabit?
22 Mag 2023
82.8k
Conoscenza
Conoscenza
See profile for Migelle.
Migelle
Switch PoE, PoE+ e PoE++: Come scegliere?
16 Mar 2023
36.6k
Conoscenza
See profile for Sheldon.
Sheldon
LACP e PAGP: Qual è la differenza?
08 Mar 2023
25.0k
Conoscenza
Conoscenza
See profile for Moris.
Moris
DHCP o IP Statico: Qual è il migliore?
08 Mag 2023
54.9k
Conoscenza
See profile for Migelle.
Migelle
Switch Attivo vs Passivo: Quale Scegliere?
07 Dic 2020
20.1k
Conoscenza
See profile for Sheldon.
Sheldon
RIP vs OSPF: Qual è la differenza?
15 Nov 2022
28.4k
Conoscenza
See profile for Vincent.
Vincent
Capire il moduli BiDi
08 Mar 2021
19.9k
Conoscenza
See profile for Vincent.
Vincent
XFP vs SFP+: Quali sono le differenze?
10 Gen 2023
14.8k
Conoscenza