Italia

Come scegliere i transceiver ottici per il mux demux DWDM

Updated on set 20, 2022
18

La tecnologia DWDM è una soluzione ideale per la trasmissione di dati a lunga distanza. Consente alle reti in fibra ottica di trasmettere segnali di più lunghezze d'onda contemporaneamente, estendendo la larghezza di banda delle reti di comunicazione ottica per ottenere una trasmissione di rete ad alta velocità e con maggiore capacità di canale. Il mux demux DWDM e il transceiver DWDM sono componenti fondamentali per questa trasmissione DWDM. Come scegliere i transceiver ottici appropriati per il Mux Demux DWDM è importante per una trasmissione DWDM di qualità. Questo articolo fornisce la risposta.

Transceiver ottici per porte comuni Mux Demux DWDM

Le porte comuni necessarie per il Mux Demux DWDM servono a collegare le fibre ottiche esterne con le porte di linea del Mux Demux e le porte di canale utilizzate per il multiplexing e il demultiplexing di diverse lunghezze d'onda. La scelta dei moduli transceiver corrispondenti a queste due porte può essere considerata sotto due aspetti: lunghezza d'onda e distanza di trasmissione.

Scegliere i transceiver in base alla lunghezza d'onda DWDM

In generale, le bande di frequenza comunemente utilizzate per il DWDM 100Ghz sono C21~C60 (alcuni scelgono C20~C59). Prendiamo come esempio il Mux Demux DWDM FS 40CH, la cui gamma di lunghezze d'onda è C21-C60. La banda di lunghezze d'onda del modulo ottico può essere abbinata ad esso. Se non è necessario utilizzare tutti i 40 canali del Mux Demux, è meglio scegliere moduli ottici a banda bassa, cioè C21, C22, C23...

Le bande di frequenza comuni di FS 16CH DWDM Mux Demux e 8CH DWDM Mux Demux sono C21~C36 e C53~C60. La selezione dei transceiver DWDM è la stessa del Mux Demux 40CH, basta scegliere tra banda bassa e banda alta. Vale la pena notare che C53~C60 possono essere collegati alla porta di canale 1530nm del sistema CWDM per realizzare l'aggiornamento dei servizi DWDM sul sistema CWDM..

Scegliere il ricetrasmettitore ottico in base alla distanza di trasmissione

È noto che la perdita ottica causata dalle apparecchiature e dai cavi ottici esiste in tutti i processi di trasmissione. Pertanto, la trasmissione effettiva dei transceiver DWDM è inferiore alla distanza di trasmissione nominale del modulo, soprattutto nei sistemi di trasmissione in fibra ottica di vecchia generazione. Se necessario, è possibile aggiungere dispositivi EDFA e DCM per estendere la distanza di trasmissione nella rete DWDM.

Di fronte alle diverse distanze di trasmissione, è necessario pianificare in anticipo il budget di potenza. Prendendo come esempio la rete 10G, la perdita di inserzione massima di una FS 40CH DWDM Mux Demux è 5dB. Un collegamento di trasmissione completo punto-punto richiede due Mux Demux DWDM, quindi la perdita di inserzione totale è di 10dB. Il modulo DWDM FS 10G 80km ha un power budget di 23dB. Inoltre, il sistema deve predisporre un margine extra di 3dB per far fronte alla perdita aggiuntiva causata dal successivo invecchiamento del collegamento e dall'allentamento dei giunti.

Formula di riferimento del budget di potenza:

Budget del modulo - perdita di inserzione del Mux Demux * 2 - margine del sistema = budget di potenza disponibile per la trasmissione del collegamento. (23-5-5-3=10dB)

La distanza di trasmissione DWDM è calcolata con riferimento al coefficiente di perdita di 0,25dB/km. La distanza di trasmissione teorica è: budget di potenza disponibile per la trasmissione del collegamento/coefficiente di perdita della fibra = distanza di trasmissione. (10/0.25=40km)

Si noti che questo calcolo tiene conto della perdita massima del Mux Demux DWDM. In realtà, la perdita tipica del Mux Demux DWDM FS 40CH è di 3,5 dB, quindi la distanza di trasmissione effettiva sarà maggiore di quella teorica.

Se la distanza di trasmissione supera i 40 km o la perdita di collegamento è superiore a 10 dB, è necessario utilizzare apparecchiature EDFA e DCM per estendere la distanza di trasmissione. In questo momento, la distanza di trasmissione del modulo ricetrasmettitore è relativamente poco importante, quindi un modulo WDM da 80 km è una buona scelta.

Modulo transceiver DWDM 10G 80km con Mux Demux 40CH, la distanza teorica di trasmissione è di circa 40km se il sistema è il più stabile. Pertanto, quando si sceglie un transceiver ottico in una rete DWDM, è necessario scegliere il ricetrasmettitore ottico appropriato in base alla distanza di trasmissione e considerare anche il valore di perdita del collegamento alla lunghezza d'onda di 1550 nm e la perdita dell'apparecchiatura di Mux Demux. Solo quando il ricetrasmettitore ottico non è in grado di soddisfare i requisiti di trasmissione, è necessario aggiungere apparecchiature aggiuntive come EDFA e DCM..

Transceiver ottici per porte di funzione mux demux DWDM

Oltre alle necessarie porte di canale e di linea, DWDM Mux Demux aggiunge anche altre porte speciali: porte 1310nm e 1550nm, porte di monitoraggio e porte di espansione..

Porte da 1310 nm

La porta a 1310 nm supporta la trasmissione del traffico a qualsiasi velocità. Pertanto, quando si sceglie un modulo ricetrasmettitore per la porta a 1310 nm, ci sono due considerazioni principali: la lunghezza d'onda del modulo ottico deve essere di 1310 nm e la distanza di trasmissione supportata dal modulo ottico. I moduli ottici FS LR4/ER4/ER8 sono adatti alle porte a 1310 nm e supportano la trasmissione di servizi a 40G e 100G. È possibile scegliere il transceiver ottico adatto per il proprio Mux Demux DWDM in base alle esigenze di trasmissione aziendali.

Prodotti SFP-10GLR-31 QSFP-40G-ER4 QSFP-100G-ER4L-S BiDi SFP-10G-BX BiDi SFP-10G-BX40U BiDi SFP-10G-BX80
Velocità massima dei dati 10.3125Gbps 44.6Gbps (4×11.2Gbps) 103.125Gbps (4x 25.78Gbps) 11.3168Gbps 10.3125Gbps 10.3125Gbps
Lunghezza d'onda 1310nm 1310nm 1310nm 1330nm-TX/1270nm-RX 1330nm-TX/1270nm-RX 1330nm-TX/1270nm-RX
Distanza 10km 40km 25km-40km 10km 40km 80km

Monitor e porte di espansione

Le porte monitor e di espansione non sono collegate ai ricetrasmettitori ottici, ma al dispositivo corrispondente.

La porta monitor è utilizzata principalmente per il monitoraggio e la gestione della rete. Può dividere la potenza combinata di tutti i segnali sul backbone link dell'1%. La porta Monitor offre metodi di monitoraggio flessibili, con diversi dispositivi di monitoraggio, come misuratori di potenza ottica, spettrometri e OPM, per verificare la potenza, la lunghezza d'onda e il rapporto segnale ottico/rumore (OSNR) dei segnali ottici senza interrompere i servizi.

La porta EXP viene utilizzata per aggiornare altre bande rispetto al canale corrente. Ad esempio, la banda corrente del Mux Demux 16CH con porta EXP è C21~C36. Quando si aggiorna il servizio, è possibile collegare un Mux Demux con qualsiasi numero di canali sulla porta EXP senza C21~C36, ad esempio Mux Demux 8CH di C53~C60.

1

Potresti essere interessato a