Italia

Switch managed e unmanaged: Qual è il più adatto alle tue esigenze?

Aggiornato il 22 Mag 2023 by
3.6k

State cercando di aggiornare la vostra infrastruttura di rete ma non sapete quale sia il tipo di switch più adatto alle vostre esigenze? In questo articolo esploreremo le differenze tra gli switch managed e quelli unmanaged, in modo da poter decidere con cognizione di causa quale sia quello giusto per te. Ne analizzeremo le caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi per aiutarti a capire quale tipo di switch può soddisfare le tue reali esigenze.

Vantaggi degli switch managed e unmanaged

Uno switch managed è uno switch di rete configurato e controllato da un amministratore di rete. Consente ai dispositivi Ethernet di connettersi tra loro, realizzando la possibilità di configurare, gestire e monitorare il traffico della rete locale (LAN).

Tuttavia, per soddisfare le esigenze di reti di dimensioni diverse, sono disponibili sul mercato alcuni switch a gestione leggera, noti anche come switch smart. Le funzioni di gestione di questi switch non sono così ampie come quelle degli switch managed. Quando gli utenti hanno costi limitati e non hanno bisogno di tutte le funzioni di uno switch completamente managed, uno switch smart rappresenta un'alternativa ottimale.

 

     Si veda anche Switch smart

 

Uno switch unmanaged non richiede alcuna configurazione ed è facile da configurare. Lo switch unmanaged consente solo ai dispositivi Ethernet di comunicare tra loro fornendo la connettività di rete, senza alcuna funzione di gestione.

Vantaggi tra switch managed e unmanaged.

Switch managed:

  • Uno switch managed offre un maggior grado di controllo e configurazione.

  • È possibile gestire i flussi di traffico, impostare la qualità del servizio (QoS), stabilire la sicurezza delle porte e attivare altre funzioni avanzate.

  • Uno switch managed è ideale per le aziende che necessitano di un controllo granulare sul traffico di rete.

Switch non gestito:

  • Uno switch unmanaged è un semplice dispositivo plug-and-play che non richiede alcuna configurazione.

  • Non offre lo stesso livello di controllo di uno switch managed, ma è molto più semplice da usare.

  • Uno switch unmanaged è una buona scelta per le piccole imprese o le reti domestiche che non necessitano di funzioni avanzate.

 

     Si veda anche Switch unmanaged: Fondamenti e FAQ

 

Quali sono le principali differenze tra gli switch managed e unmanaged?

Come suggerisce il nome, uno switch managed si differenzia in modo significativo da uno switch unmanaged per molti aspetti importanti. Uno switch di rete gestito offre all'amministratore di rete la flessibilità di controllare, gestire e dare priorità al traffico della LAN. Tuttavia, a differenza di uno switch plug-and-play, uno switch unmanaged consente ai dispositivi della LAN di comunicare tra loro senza l'intervento dell'utente. La comprensione delle altre importanti differenze tra questi due switch di rete è facilitata dai seguenti punti.

 

     Si veda anche Switch di rete

 

Flessibilità di configurazione

Gli switch managed consentono ai clienti di personalizzare, progettare e filtrare le LAN. Aiutano gli utenti a gestire il traffico in modo efficiente e consentono di creare nuove LAN e separare i dispositivi più piccoli. Inoltre, le funzioni avanzate consentono agli utenti di recuperare i dati in caso di guasto del dispositivo o della rete.

Sebbene gli switch managed siano semplici da utilizzare, la loro configurazione preinstallata impedisce di apportare modifiche alle reti. Per questo motivo, le nuove aziende con uno scambio di dati limitato sono quelle che li utilizzano di più.

Prestazioni di rete

Gli switch Ethernet plug-and-play sono switch unmanaged. Sono facili da configurare e utilizzare perché sono dotati di servizi QoS integrati. Gli switch managed, invece, consentono di assegnare priorità ai canali per controllare le prestazioni, perché monitorano le prestazioni di tutti i dispositivi collegati alla LAN utilizzando protocolli come il Simple Network Management Protocol (SNMP).

Attraverso un'interfaccia utente grafica di facile comprensione, lo switch managed si avvale anche di SNMP per esaminare le prestazioni attuali dei dispositivi della rete. Inoltre, l'SNMP consente anche di amministrare a distanza i gadget e l'organizzazione associati, senza richiedere la mediazione dello switch.

Caratteristiche di sicurezza

Le funzioni avanzate degli switch managed aiutano a identificare e neutralizzare rapidamente le minacce attive, proteggendo e controllando i dati. La funzione di sicurezza di base degli switch unmanaged è il blocco delle porte, impedendo qualsiasi manomissione diretta del dispositivo e garantendo la sicurezza di base.

Costi

Gli switch managed sono più costosi a causa delle loro funzioni avanzate, mentre gli switch di rete unmanaged sono meno costosi.

managed-vs-unmanaged-switch

Trovare uno switch adatto alle proprie esigenze: Switch managed e unmanaged

Essendo la spina dorsale o l'accesso di qualsiasi rete, la scelta dello switch giusto è fondamentale per garantire prestazioni e sicurezza ottimali. Ma con la miriade di opzioni presenti sul mercato, può essere difficile capire quale sia quello giusto per le vostre esigenze specifiche.

managed-vs-unmanaged-switches questions

Uno switch unmanaged può essere sufficiente per una piccola rete con requisiti semplici. Mentre uno switch managed è un'opzione migliore se avete una rete più grande o se avete bisogno di funzioni avanzate come il supporto QoS o VLAN. I consigli che seguono vi aiuteranno a fare la scelta giusta:

Scalabilità: Si prevede che la rete e l'azienda si espanderanno in futuro? In tal caso, potreste aver bisogno di alcuni switch di rete managed che possano essere impostati manualmente e che siano scalabili. Gli switch managed da 1G, come lo switch FS S3900-48T6S-R, possono essere utilizzati per piccoli layout di rete con reti complesse. Se avete una rete di medie dimensioni e grandi imprese o architetture di rete, gli switch managed 10G sono una buona scelta, come lo switch FS S5860-20SQ.

Efficienza e velocità: Lo switch unmanaged è la scelta migliore se si è agli inizi e si vuole risparmiare in anticipo. Lo switch managed, invece, è un'opzione se avete bisogno di trasferire spesso una quantità significativa di dati.

Sicurezza: Se sulla rete viaggia solo una piccola quantità di dati, sareste riluttanti a cambiare anche le informazioni, ma potrebbero contenere informazioni sensibili. Gli switch managed sono la scelta migliore in questa circostanza.

 

     Si veda anche Switch S3900-48T6S-R e Switch S5860-20SQ

 

Conclusioni

In definitiva, per scegliere uno switch managed o unmanaged è necessario conoscere in anticipo il tipo e le dimensioni di gestione che la rete richiederà. Gli switch managed offrono più funzioni e opzioni di personalizzazione rispetto a quelli unmanaged, ma possono anche comportare costi più elevati. Gli switch unmanaged sono più economici, ma mancano di alcune delle funzioni avanzate di cui dispongono quelli managed. In definitiva, entrambi i tipi di switch possono fornire prestazioni affidabili se soddisfano tutti i requisiti in termini di velocità, sicurezza, scalabilità e convenienza.

Potresti essere interessato a

Conoscenza
See profile for Sheldon.
Sheldon
Cosa è la porta SFP di uno switch Gigabit?
22 Mag 2023
87.0k
Conoscenza
Conoscenza
See profile for Migelle.
Migelle
Switch PoE, PoE+ e PoE++: Come scegliere?
16 Mar 2023
37.4k
Conoscenza
See profile for Sheldon.
Sheldon
LACP e PAGP: Qual è la differenza?
08 Mar 2023
25.6k
Conoscenza
Conoscenza
See profile for Moris.
Moris
DHCP o IP Statico: Qual è il migliore?
08 Mag 2023
58.0k
Conoscenza
See profile for Migelle.
Migelle
Switch Attivo vs Passivo: Quale Scegliere?
07 Dic 2020
21.0k
Conoscenza
See profile for Sheldon.
Sheldon
RIP vs OSPF: Qual è la differenza?
15 Nov 2022
29.2k
Conoscenza
See profile for Vincent.
Vincent
Capire il moduli BiDi
08 Mar 2021
20.1k
Conoscenza
Conoscenza
See profile for Vincent.
Vincent
XFP vs SFP+: Quali sono le differenze?
10 Gen 2023
15.1k