Italia

Che Cos'è la Porta SFP dello Switch Gigabit?

Updated on gen 14, 2023
60.3k

FS campus switches

Le porte SFP (Small Form-Factor Pluggable) sono presenti in una serie di dispositivi di rete e di archiviazione, come switch, server e router. Switch Gigabit di solito sono dotati di più di una porta SFP. Che cos'è una porta SFP in uno switch Gigabit? Quali sono le differenze tra le porte RJ45 e SFP? Questo post vi spiegherà tutto quello che c'è da sapere sulla porta SFP di uno switch Gigabit.

Che cos'è la porta SFP su uno switch Gigabit?

La porta SFP di uno switch Gigabit è uno slot progettato per l'uso di connettori SFP (Small Form-Factor Pluggable) per consentire la trasmissione dei dati. Offre alta velocità e compattezza fisica. La porta SFP consente collegamenti ottici o in rame su uno switch Gigabit mediante l'inserimento dei moduli SFP corrispondenti (SFP in fibra o SFP in rame).

 

     " Controlla anche - Switch Gigabit: Quanto ne sai?

 

L'unica differenza tra il collegamento con porta ottica e quello con porta elettrica risiede nel livello fisico (supporto). Ciò significa che una porta SFP può ospitare un modulo SFP con una porta ottica o una porta elettrica. Pertanto, per realizzare la trasmissione dei dati sono necessari cavi in fibra o in rame.

Quando un modulo SFP viene inserito in uno switch Gigabit con porte elettriche, per la trasmissione dei dati è necessario utilizzare cavi di rete come i cavi Cat5e/Cat6/Cat7. Tuttavia, quando un modulo SFP viene inserito in uno switch Gigabit con porte ottiche, è necessario utilizzare cavi in fibra ottica per supportare le connessioni. Pertanto, i moduli SFP RJ45 sono generalmente utilizzati per uplink a corto raggio per collegare uno switch di distribuzione interamente SFP a uno switch edge interamente in rame. Mentre i moduli SFP in fibra sono più comunemente utilizzati per un uplink in fibra ad alta velocità su distanze più lunghe.

Tipi comuni di porte SFP

Esistono tre tipi comuni di porte SFP su uno switch Gigabit: le porte SFP Uplink, le porte SFP PoE e le porte Combo. Analizziamo i dettagli di ciascun tipo.

Porte combo SFP

La porta combo è una singola interfaccia con due estremità frontali (porta RJ45 o porta SFP), che supporta sia connessioni in rame che ottiche SFP. In altre parole, la porta combo è una porta composta che può supportare due porte fisiche diverse. È possibile utilizzare una porta RJ45 o una porta SFP.

Tuttavia, queste due diverse porte SFP non possono essere utilizzate contemporaneamente. Ogni porta combo SFP è un'interfaccia singola che offre la possibilità di scegliere tra due connessioni. Una è una connessione RJ-45 per un cavo Ethernet in rame e l'altra è una connessione SFP per un cavo in fibra ottica. Ad esempio, quando una porta SFP combo viene utilizzata in uno switch Gigabit, non è possibile utilizzare la porta in rame corrispondente e viceversa.

 

     " Controlla anche - FS S3410-48TS-P, uno switch Gigabit a 48 porte con 2 porte Combo SFP

FS S3410-48TS-P

Porte di collegamento SFP

Una porta uplink è una porta per l'aggregazione a collegamenti superiori, progettata per il collegamento all'interno dello switch con un cavo passante standard anziché con un cavo crossover. Pertanto, una porta SFP di uplink può collegarsi a una porta normale di un altro dispositivo.

In una topologia di rete tradizionale a 3 livelli, ci sono il livello di accesso, il livello di distribuzione e il livello core, dal basso verso l'alto. Ciò significa che ci sono switch di accesso, distribuzione e core. Di solito, una porta downlink SFP viene utilizzata per il collegamento ai dispositivi finali, come laptop e PC.

Pertanto, una porta SFP uplink viene utilizzata per il collegamento a un livello superiore nella topologia di rete. Ciò significa anche collegarsi a uno switch a velocità superiore, come 10G SFP+, 25G SFP28, 40G QSFP+ e 100G QSFP28.

 

     " Controlla anche - FS S3700-24T4F, uno switch Gigabit Layer 2+ con 4 porte uplink SFP da 1G

FS S3700-24T4F,

Porte SFP PoE

PoE, acronimo di Power over Ethernet, si riferisce alla trasmissione di energia e dati allo stesso tempo attraverso i cavi Ethernet. In parole povere, una porta SFP PoE è anche una porta RJ45 con la funzione PoE per consentire agli switch PoE di fornire dati e alimentazione ai dispositivi alimentati (PD) contemporaneamente su un unico cavo di rame.

In questo caso, una porta SFP PoE rende uno switch PoE un dispositivo di trasmissione dati e un'apparecchiatura di alimentazione (PSE). A casa, è possibile utilizzare dispositivi alimentati tramite PoE come TV e computer portatili. Negli uffici, si possono utilizzare telefoni e videotelefoni VoIP, telecamere IP, AP wireless, ecc.

 

     " Controlla anche - Tutto quello che c'è da sapere sugli switch PoE

 

Porta SFP vs. porta RJ45 su uno switch Gigabit

Oltre alle porte SFP, gli switch Gigabit sono generalmente dotati di porte RJ45 integrate per consentire il plug-and-play dei cavi Ethernet in rame. Quali sono quindi le differenze esatte tra le porte SFP e le porte RJ45 di uno switch Gigabit?

Tipi di connessione

È la differenza più fondamentale che determina molte altre caratteristiche delle porte RJ45 rispetto alle porte SFP, quindi la mettiamo all'inizio. La porta RJ45 supporta solo cavi Ethernet (Cat5e/Cat6/Cat7) per la trasmissione a 1Gbit/s e la distanza è limitata a 100m (330ft). Pertanto, viene comunemente utilizzata per collegare un computer o un router. Pertanto, lo switch 1000BASE-T con porte RJ45 può essere utilizzato nei data center per la commutazione di server, LAN, per uplink da switch desktop o direttamente al desktop per applicazioni a banda larga.

In termini di switch SFP, le porte SFP sono più versatili e accettano moduli SFP in fibra con cavi in fibra ottica (sia monomodali che multimodali), nonché moduli SFP in rame con cavi Cat5e, Cat6, Cat7, Cat8. Ciò significa che le porte SFP supportano più tipi di cavi di comunicazione e collegamenti più lunghi.

Distanza massima

La distanza massima di trasmissione varia molto a seconda delle connessioni RJ45 e SFP utilizzate rispettivamente. Le porte RJ45 supportano una distanza massima di 100 metri, più che sufficiente per una rete domestica o di un piccolo ufficio.

Le porte SFP consentono di raggiungere distanze maggiori. I cavi MMF collegati alla porta SFP possono raggiungere i 550-600 metri e i cavi SMF i 150 chilometri. Se collegata con un cavo Cat5, la porta SFP segue un limite di 100 metri.

Per i collegamenti a breve distanza su uno switch Gigabit, non c'è differenza tra l'uso di una porta SFP o di una porta RJ45 per interconnettere gli switch Ethernet. Se non si prevede di collegare il server tramite collegamenti ottici nel prossimo futuro, non è necessario uno switch con porta SFP e si può rimanere con lo standard 1000BASE-T.

 

     " Controlla anche - Porta RJ45 vs SFP: Quale si dovrebbe usare per collegare due switch?

 

Conclusione

Una porta SFP consente agli switch Gigabit di collegarsi a un'ampia gamma di cavi in fibra ed Ethernet, in modo da estendere la funzionalità di commutazione alla rete. Inoltre, una porta SFP può supportare sia moduli SFP RJ45 che moduli SFP in fibra.

Inoltre, le porte SFP combo e uplink consentono agli utenti di configurare gli switch in base alle proprie esigenze applicative. Rendono possibile l'alimentazione e la flessibilità. FS offre un'ampia gamma di moduli SFP in rame e in fibra, pienamente compatibili con i principali fornitori del mercato, che ci rendono il fornitore di riferimento per i componenti e le soluzioni di rete ottica.

 

Articoli correlati:

FS S5800-48F4S Switch SFP da 10 GB per la rete di accesso ai data center

Switch 1000BASE-T con porte SFP Metodi di interconnessione?

Potresti essere interessato a